Sistemata la craftroom sono tornata sul Blog

craftroom finita all'85%

MEA CULPA

Sistemata la craftroom sono tornata a scrivere sul blog ,L’ultima volta che ho scritto sul blog di quilling è stato l’8 gennaio (l’articolo sulle cornici per il quilling non vale perchè è uscito prima ma è stato scritto dopo questo), eppure mi ero fatta una superscaletta, avevo appeso i miei buoni propositi in ogni angolo di casa, avevo comprato agenda e Planner fighisssssimi da Mamu Ideas la trovi qui , mi ero fatta un planning SUPERMEGAFAVOLOSISSSIMO  e invece?

Invece come al solito mi sono fatta trasportatre dagli eventi ed oggi, ad aprile, riesco finalmente a riprendere in mano la situazione e posso dirlo a gran voce: sono tornata!

La verità è che noi siamo in due e qualche volta anche male organizzate, almeno io! Così ci , anzi MI ritrovo spesso che al primo imprevisto ed ostacolo crolla il castello di carta che avevo creato.

Ma cosa è successo di preciso dall’8 gennaio ad oggi ? (Pandemia a parte naturalmente, quella avrà un articolo tutto suo!)

E’ successo che tra i miei buoni propositi c’era di rimettere in ordine il mio tugurio ehm.. craftroom , chiamata anche la stanza degli orrori!

LA TRISTE STORIA DELLA MIA CRAFTROOM

Bisognava smontare un pezzo d’armadio ( armadio extrasize con cabina armadio), spostarne un altro, smontare e rimontare una parete attrezzata ikea ( link), fare del buon decluttering ( se non sapete cos’è potete leggerlo qui) e quindi buttare buttare buttare e regalare, tutto ciò che non usavo più  o che era in attesa di un’illuminazione per essere trasformato, illuminazione che non sarebbe mai arrivata come non arrivava da almeno 5 anni, tempo di permanenza degli oggetti di riciclo accumulati.

Per fare tutto questo avevo preventivato 7 giorni! Dopodichè davo il via alle mie attività: dovevo organizzare i corsi in aula, dovevo iniziare a pensare ad altri corsi di quilling online, stavamo aspettando il momento giusto per fare un investimento, insomma la mia agenda era organizzata alla perfezione!!!!

LE COSE NON VANNO MAI COME VOGLIAMO

A questo punto voi dovreste fare la faccia stupita e chiedervi : “  e allora perché ci hai abbandonato dall’8 gennaio ad oggi?” Ve lo siete chiesto??

La risposta è: perché da 7 giorni che doveva durare la mia mini ristrutturazione è diventata un vero e proprio incubo! Un po’ anche per colpa mia.

Da 7 siamo passati a 45 giorni con operai che giravano per casa, e io sono andata letteralmente in tilt.

Naturalmente non 45 giorni per la cameretta ma per lei buoni buoni 30 tra iniziarla e finirla si. Visto che tanto casa era una caos ho deciso che era il tempo di risistemare il balconcino ( storia lunga e con liti condominiali), così ho aggiunto caos al caos. Il tuttofare a  cui avevo dato in carico di sistemarmi la cameretta veniva un giorno si e 4 no, e le cose sono andate alla lunghissima. Sia chiaro la stanza non è  ancora al 100% ma siamo arrivati ad un buon 85% che non è male, per finirla dovevo comprare alcune cose all’ikea ( tipo la mia superpoltrona) ma a quel punto ciao ciao tutto chiuso per pandemia!!

Ora sapete perché sono sparita! Ho portato avanti delle priorità come i corsi e gli ordini delle strisce, mettendo un po’ da parte il nostro caro Blog. Perché vi ho parlato di ciò? Prima di tutto per vantarmi della mia craftroom all’85% 🙂 e poi perché la vita ci mette sempre davanti degli imprevisti, non dobbiamo preoccuparci ma concentrarci su ciò che possiamo ed è più urgente per poi ricominciare tutto da capo quando ne avremo la possibilità. Ora che sono tornata giuro non mi fermo.

Ps: magari una delle prossime volte vi parlerò di come abbiamo affrontato questa emergenza, di cosa abbiamo fatto, delle paurre e delle cose belle che sono nate nonostante tutto, l’importante adesso è che sono tornata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CORSI QUILLING